in Aereo

in Aereo

In linea generale, le compagnie aeree consentono l’accesso in cabina ai cani di piccola taglia, il cui peso non è superiore ai 10 kilogrammi; questi devono essere naturalmente trasportati negli appositi trasportini, dai quali potranno uscire esclusivamente se sarà il comandante a consentirlo.

Se il nostro amico a quattro zampe è di grande o media taglia, invece, dovrà sostare nelle gabbie appositamente sistemate nella stiva dell’aereo, ma, poiché viaggiare in queste condizioni non è certamente un’esperienza gradevole per il cane, si consiglia di evitarlo se possibile o, quantomeno, di non affrontare voli eccessivamente lunghi.

Prima di prenotare un volo è, comunque, sempre bene consultare il veterinario, poiché conoscendo il nostro cane saprà consigliarci quando le sue condizioni di salute non gli consentiranno di viaggiare. È, in particolare, il caso degli animali vecchi o che presentano gravi problemi respiratori.

Infine, bisogna ricordare che ogni compagnia aerea possiede una specifica regolamentazione, per cui è bene informarsi sui regolamenti delle stesse prima di prenotare il volo.

Vediamo i dettagli:

Far viaggiare il cane in stiva

Una soluzione può essere quella di far viaggiare il proprio cane in stiva. Alcuni tipi di aeromobili hanno una stiva pressurizzata che mantiene le stesse condizioni della cabina viaggio. Ciò comporta la prenotazione anticipata, poiché ci sono spazi limitati e il pagamento di una tariffa extra alla compagnia aerea.

Prima di prenotare, assicurati di verificare che la compagnia aerea scelta non preveda ulteriori restrizioni applicabili al tuo volo specifico. Il vantaggio di far viaggiare il cane in stiva è che non esiste un limite di peso o taglia, perché anche un alano avrà sufficiente spazio per sedersi, stare in piedi e girarsi.

L’ovvio aspetto negativo è il fattore costo e convenienza, soprattutto se devi recarti in un luogo completamente separato, lontano dall’aeroporto, per far alloggiare il tuo animale in stiva.

Far viaggiare il cane in cabina

La seconda opzione è quella di portare il tuo animale domestico direttamente in cabina, e posizionarlo in una cuccetta sotto il sedile di fronte a te. Su alcune delle principali compagnie, questa è l’unica opzione disponibile, poiché non accettano animali in stiva.

La cuccetta deve essere abbastanza grande da consentire al cane di alzarsi e muoversi. Ogni compagnia aerea prevede delle misure massime. Se il cane ha una libertà di movimento limitata nella cuccetta, dovrà essere imbarcato in stiva.

Tuttavia, anche quando i cani sono accettati in cabina, alcune compagnie aeree prevedono restrizioni per i posti di prima e classe business su particolari tipi di aerei, quindi verifica con la tua compagnia aerea prima di prenotare il tuo biglietto.

Tieni presente che di solito dovrai programmare il viaggio del tuo animale domestico con la compagnia aerea con almeno 14 giorni di anticipo, poiché esiste solo un numero di spazi limitato per gli animali domestici in cabina. Il chiaro svantaggio di questa opzione è che l’animale deve essere molto piccolo; molti gatti adulti e anche alcuni cani di piccola taglia sono troppo grandi per stare sotto il sedile.

Una volta che il tuo cane ha il suo biglietto, vai dal veterinario e richiedi un certificato sanitario attestante che è abbastanza sano da poter volare e aggiornato sulle sue vaccinazioni. Il certificato è valido solo per 30 giorni e ne avrai bisogno sia per la partenza che per il ritorno. Molte compagnie aeree richiedono addirittura che il buono stato di salute del tuo cane non abbia più di dieci giorni. Quindi, se hai intenzione di partire per più di un mese, potrebbe essere necessaria una seconda visita dal veterinario durante le vacanze. Quando sei lì, parla con il veterinario dei programmi di alimentazione giornaliera per il tuo animale domestico, poiché i cani dovrebbero volare a stomaco vuoto o quasi vuoto,l.

Animali di servizio

Le persone con animali di servizio, come i passeggeri non vedenti che hanno bisogno di un cane di accompagnamento per camminare e trovare i loro posti, sono generalmente benvenute su qualsiasi compagnia aerea, per via della loro funzione salvavita.

Animali di supporto emotivo (ESA)

Ad essere ben accolti sulle compagnie aeree, addirittura a titolo gratuito, sono gli animali di supporto emotivo, o ESA. È innegabile il beneficio emotivo degli animali, anche quando si è in volo: aiutano a calmare l’ansia e gestire le emozioni.

A poterne usufruire vi sono persone affette da depressione o con problemi di salute mentale, i militari e i veterani di guerra, gli individui autistici o con la sindrome di Asperger, e coloro che soffrono di PTSD e disordini psicotici.

Per poterne usufruire, è necessario fare apposita richiesta sul sito, non prima di aver ottenuto un certificato medico dallo psicologo. In questo modo, non si pagherà nemmeno il costo aggiuntivo sul biglietto.

Tuttavia, anche questa possibilità, col tempo, è stata sottoposta a diverse restrizioni. Dal momento che diversi passeggeri hanno registrato come ESA anche pitoni o volatili di grande taglia, per non mettere a repentaglio la vita dei passeggeri, diverse compagnie aeree hanno dovuto ristringere questa possibilità solo a cani e gatti.

Prepara il tuo cane per il volo

Anche se dovresti consultare il veterinario per sapere come nutrire il tuo animale e quando, non dovresti mai sedarlo. I sedativi durante il viaggio aereo possono aumentare il rischio di problemi cardiaci o respiratori potenzialmente causati dal cambiamento delle altitudini e delle pressioni atmosferiche. I sedativi possono anche interferire con l’equilibrio del tuo animale domestico mentre viene trasportato in un trasportatore o in una gabbietta.

Dovresti anche cercare di far familiarizzare il tuo cane con la sua cuccetta, lasciandolo esplorare lo spazio e mettendolo lì per un tempo sempre maggiore in modo che possa abituarsi.

Una volta arrivato, porta il tuo cane a fare una passeggiata: ha bisogno di aria fresca e una bella sgranchita alle zampe! E, anche se il processo per far viaggiare il tuo cane potrebbe essere stato complicato, una volta in vacanza col tuo migliore amico, sai che ne è valsa la pena.

Nota importante ci sono servizi offerti dai chi gestisce i parcheggi all’aeroporto di Fiumicino che permettono una volta lasciata l’auto di accompagnare gli amici animali oltre che le persone qui alcune info.