Viaggiare Con il Cane in Europa

Viaggiare Con il Cane in Europa

Dal 1 ottobre 2004 è molto più facile per i proprietari di cani e gatti viaggiare all’interno dell’Unione Europea, Norvegia e Svizzera. Le nuove leggi stabiliscono che, tra le altre cose, il tuo animale domestico deve essere in possesso di un passaporto UE e deve essere vaccinato per la rabbia.

Il passaporto viene rilasciato dai Servizi Veterinari delle AUSL competenti per territorio. Ai fini del rilascio del passaporto cani, gatti e furetti devono essere identificati tramite tatuaggio perfettamente leggibile o microchip e registrati all’Anagrafe Regionale degli Animali d’Affezione. Ma ci sono molte altre regole da rispettare per chi vuole valicare i confini nostrani.

Regole generali per viaggiare con il cane in Europa

Per il trasporto di animali da compagnia nell’UE si applicano le seguenti regole generali:

  • Cani e gatti hanno bisogno di un passaporto UE valido se viaggiano all’estero. Questo passaporto include una descrizione dell’animale, il suo nome e l’indirizzo del proprietario, nonché la prova della vaccinazione contro la rabbia. Può viaggiare con l’animale la persona fisica indicata come il proprietario nel documento di identificazione, oppure una persona delegata da quest’ultimo in forma scritta.
  • Cani e gatti devono essere vaccinati contro la rabbia.
  • I proprietari sono obbligati a mettere un’identificazione sui loro animali domestici. Oltre al ‘transponder elettronico’ (chip), anche un tatuaggio è conforme al regolamento generale. Entrambi questi metodi di identificazione possono essere eseguiti dal veterinario.
  • Coloro che viaggiano nel Regno Unito, in Irlanda, in Svezia o in qualsiasi altro Paese che non fa parte dell’Unione Europea, sono obbligati a portare la documentazione di un esame del sangue fatto ai loro animali domestici. Questo esame del sangue deve essere eseguito diversi mesi prima della partenza.
  • Gli animali di età inferiore ai tre mesi non devono essere vaccinati, ma il proprietario deve essere in grado di dimostrare che il cucciolo ha vissuto nel luogo di nascita fino al viaggio e che non è stato in contatto con animali che potrebbero avere la rabbia. Il tuo veterinario può informarti su come ottenere tale documento. Il cucciolo può anche attraversare il confine se è accompagnato dalla madre dalla quale ancora dipende. Ogni stato membro ha ancora il diritto di rifiutare l’ingresso di un cucciolo; specialmente in paesi come Francia, Regno Unito, Irlanda e Svezia sarà probabilmente difficile o impossibile entrare con il tuo cucciolo di meno di 3 mesi.

Condizioni extra per viaggiare con il cane in Europa

Il trasporto internazionale prevede anche delle condizioni extra a cui i proprietari canini devono adeguarsi:

  • Quando si viaggia in Irlanda, Svezia e Regno Unito ci sono richieste extra a cui cani e gatti devono conformarsi, in particolare un esame del sangue che dimostri che l’animale è stato vaccinato contro la rabbia.
  • Questo test deve essere stato fatto entro un certo periodo che è stato stabilito nelle regole internazionali. Per l’Irlanda e il Regno Unito ciò significa che deve essere stato fatto 6 mesi prima della partenza, per la Svezia 4 mesi prima della partenza.
  • Gli animali giovani sono ammessi in questi Paesi solo se sono conformi a tutte le richieste di cui sopra.
  • Ciascuno Stato membro dell’UE può stabilire condizioni e regole aggiuntive per quanto riguarda l’echinococco e le zecche.

Se viaggi con più di 5 cani e non soddisfi nessuna delle eccezioni sopra menzionate, i tuoi animali domestici devono rispettare le norme sulla salute degli animali che si applicano all’importazione nell’UE o al commercio all’interno del UE.

Alloggiare col cane in Italia

Se scegli l’Italia come meta per le tue vacanze estive occorre scegliere con cura la struttura che ospiterà te ed il tuo amico a quattro zampe. In Italia sono tante le struttura che accettano gli animali, noi ti proponiamo My Rental Homes, un portale turistico che si occupa di affittare case vacanza e ville di lusso in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *